vino

vite e vino

La nascita del vino è una sorta di alchimia, di magia che si reitera ogni anno e si fa forte tra le mani esperienti di produttori vitivinicoli, che aggiungono alla loro capacità di creare questo nettare, una passione ineguagliabile.

I terroir su cui nascono le molteplici varietà di uve siciliane, sono straordinariamente ricchi, non solo delle caratteristiche pedologiche, fisiche e climatiche proprie del nome, ma anche di quella storia, cultura, architettura, tradizione che fa da cornice a quel vino che da quelle uve trae vita.

Pertanto snaturare il vino dalla sua terra d’origine, significa dargli un’identità non proprio definita e certa: così, i siciliani, tendono a mantenere fortemente radicato il concetto di territorio e vino, quasi come un assioma inscindibile.

Impensabile quindi creare un Cerasuolo di Vittoria DOCG fuori dai confini ipparini.

Proprio per questo motivo e per le forti caratteristiche territoriali che conservano i vini siciliani, che un viaggio tra le zone di produzione dei vini è un vero e proprio itinerario, non solo agricolo, ma di interesse storico e culturale unico.

Sono nate le strade del vino ed in ognuna di queste si ritrova un percorso d’identità assoluta: ma se queste strade si incrociano con quelle di produzione dei formaggi storici, con le plaghe di coltivazione degli aromi, con i territori di “Agri Cultura”, ove la fascia trasformata è diventata sinonimo di crescita culturale di un popolo, allora il viaggio diventa affascinante e può concludersi con l’elaborazione unica di questi prodotti, in un risultato che è l’apoteosi del piacere enogastronomico: la cucina siciliana.

vino_2
vino_3
TOP