olio

il frutto verde

Unico olio ad essere estratto da un frutto intero e non dal solo seme, l’ulivo è stato da sempre simbolo di opulenza e di salute, di pace e di vittoria, di fecondità e di purificazione. Utilizzato sin dagli albori della civiltà grazie alle arcaiche conoscenze di estrazione del prezioso succo, già gli antichi greci ed i romani poi, usavano ungersi il corpo con l’olio d’oliva prima di ogni competizione, onde rendere più morbida ed elastica la pelle.

Ma sono le straordinarie proprietà organolettiche dell’Olio d’oliva a suscitare l’interesse di coltivatori e proprietari terrieri. Pianta robusta, sincera e adatta al clima mediterraneo, l’ulivo regna sovrano sugli iblei da millenni. Tronco contorto, forte e nerboruto, si presta a straordinarie foto per la sua magnificenza. Foglie sottili e frutto superbo, questo albero dona uno dei prodotti più preziosi al mondo.

Il territorio ibleo vanta una produzione unica di olio extra vergine d’oliva che ha già meritato la Denominazione di Origine Protetta e la menzione “Monti Iblei”. Ogni anno, tra ottobre e dicembre, gli olivicoltori iblei “accarezzano” i loro alberi per raccoglierne i frutti piccoli e tondi.

Abili frantoiani, utilizzando ancora la spremitura a freddo, con mole di pietra e canestri di iuta, estraggono il prezioso oro verde, affinché arricchisca di morbidezza e sapore tutti i piatti della tradizione iblea, a partire dal semplice pane.

olio_1
olio_3
TOP