testa6

È un classico della cucina siciliana ed è un primo piatto facile e veloce da preparare. La fantasia della tradizione unisce fave e ricotta nella preparazione di un condimento per la pasta tanto rustico quanto eccelso. Se volete le fave possono essere cucinate con la pelle (il tegumento) ma, attenzione,  bisogna tenere ben presente che in questo modo acquistano un sapore amarognolo.

Consigliamo invece, di pulirle due volte, togliendo baccello, cappelletto e pelle. In questo modo le fave diventano dolci, tenere e di un bellissimo verde brillante. Per la tipologia di pasta, ideali sono le conchiglie grandi e rigate, ma vanno benissimo anche le pipe, i tortiglioni, i fusilli corti, le penne, le mezze maniche e i rigatoni.

Se non vi piace la pasta corta, adoperate pure quella lunga scegliendo preferibilmente per tra i formati mossi, come i fusilli o le reginette che consentono un buon legame con una salsa. Se infine preferite la pasta all’uovo, potete scegliere tra fettuccine e spaghetti alla chitarra.

 icona-ingredienti-

 

 

 

 

Ingredienti

Per 4 persone

400 g di pasta corta e rigata

1,2 kg di fave fresche

200 g di ricotta

1 cipollina

4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva

sale e pepe

 

Preparazione

Sgranate le fave, togliendo anche la pellicola interna. Fate appassire la cipolla tritata in un tegame con dell’olio caldo. Unite a questo punto le fave, aggiungete sale e pepe, una tazza di acqua e lasciate cuocere per 20 minuti circa a fuoco molto lento.

Lessate la pasta. Mettete la ricotta nella zuppiera di portata e aggiungete qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta. Mescolate energicamente fino a ottenere una crema.

Scolate la pasta e versatela nella zuppiera, mescolate bene. Se vi piace, potete aggiungere qualche fogliolina di menta.

 

fondo