testaLe preparazioni più particolari e caratteristiche del sud della Sicilia sono concentrate nell’entroterra dove si riunisce anche una certa ricchezza e varietà di materie prime, dalla carne degli allevamenti, ai formaggi ricavati dal latte degli stessi capi, ai cereali, alla verdura, fino ad arrivare agli squisitissimi dolci.

Uno degli esempi della fantasia culinaria dolciaria che appartengono alla tradizione della città ragusana sono le Impanatiglie. Dolci panzerotti a forma di semiluna con ripieno di mandorle, noci, cioccolato, zucchero, cannella, chiodi di garofano e…carne di manzo!

Sono biscotti tipici del periodo invernale e della Sicilia orientale e in particolare, della splendida città di Modica, famosa in tutto il mondo per il suo prelibato cioccolato ma, accertata la loro bontà, possiamo consumarli e cucinarli tutto l’anno.

Come preparare le Impanatiglie (Modica)

  • Frullate nel mixer la farina con 100 gr di zucchero semolato, lo strutto, un uovo e un pizzico di sale fino ad ottenere un composto a briciole. versate il marsala e azionare nuovamente l’apparecchio fino a quando forma una palla di pasta. Avvolgetela nella pellicola e lasciatela riposare in frigorifero per 30 minuti.
  • Mescolate la carne con lo zucchero rimasto, un cucchiaino di cannella in polvere, i chiodi di garofano pestati, il cioccolato tritato grossolanamente, i gherigli e le mandorle tritati fini.

Stendete la pasta in una sfoglia sottile e ricavatene tanti dischetti di 8 cm. Farcitene la metà con il ripieno preparato, ricopriteli con i dischetti rimasti e premete bene i bordi per sigillare le Impanatiglie. Disponetele su una teglia ricoperta di carta da forno e cuocitele nel forno già caldo a 180° per circa 30 minuti.

Sfornate, lasciate raffreddare e cosparse con zucchero a velo, sono una vera prelibatezza ragusana.

piede