testa Immersa nel verde della campagna iblea, tra muretti a secco e carrubeti, sorge una tipica costruzione rurale dall’omonimo antico feudo, adibita in passato a residenza estiva nobiliare e ora luogo di eccellente e calorosa ricettività.

I due proprietari Franco e Carmela, sono i testimoni di una scelta di vita davvero particolare.

Sig. Franco, lei nasce contadino?

Assolutamente no, facevo tutt’altro tipo di lavoro e avevo tutt’altra formazione professionale”.

Perché allora avete cambiato stile di vita?

Dopo oltre trent’anni di attività in un negozio, chiuso dentro quattro mura, dalla mattina alla sera, ho sentito la necessità di vivere all’aria aperta e a contatto con la natura”.

Inutile chiedervi se vi siete pentiti?

“ Infatti. La risposta è, assolutamente no!”

DSC_9598La vostra attività è a conduzione familiare?

“Si, ci lavoriamo io, mia moglie Carmela e mio figlio Alessandro. Poi collaborano con noi una governante, per il riassetto delle camere e un tuttofare come aiuto nella gestione esterna degli spazi verdi e della piscina”.

Il successo della vostra struttura lo dovete alla bellezza del posto o al vostro modo di “coccolare” i clienti?

“ Posso semplicemente dire che il contesto paesaggistico che circonda Casina di Grotta di Ferro, è unico. Anche perché tre secoli fa sapevano perfettamente come costruirsi le dimore e dove, rispettando i punti cardinali e con vedute mozzafiato, e questo non l’ho creato io e neppure la fascia del carrubo che risale al 1500/1600. Io ci ho solo aggiunto qualcosa di mio…”

Evidentemente, vista la riuscita di questa dimora, i turisti apprezzano quel “qualcosa” che vi trovano. Storia, natura e tradizioni si mescolano con la grande e genuina ospitalità della famiglia Bonura. “Abbiamo un 60% di stranieri, molti europei e americani – conferma Franco – ma anche tanti italiani”.

DSC_3830Sig. Franco, non siamo soli, attorno a noi gironzolano liberi, tanti animali e non tutti “classicamente” domestici.

“Gli animali fanno parte del paesaggio ragusano, noi abbiamo molti animali d’affezione.  Abbiamo cani e gatti, animali da cortile, due vacche modicane che tra l’altro stanno estinguendosi come razza, un asinello e un cavallo, per il piacere di vederli e accarezzarli e farli vivere anche ai nostri ospiti. E poi c’è Stella, una vacca Limousine, che è arrivata da noi che aveva dieci giorni di vita. L’abbiamo allattata con il biberon, coccolata, accarezzata ed è diventata un “cane domestico”, infatti se ne va in giro per i campi e segue chiunque in cerca di compagnia e carezze.”

Ci viene logico pensare che questo sia il luogo ideale per scappare dalla routine, immergersi nella quiete campagnola e vivere un soggiorno rigenerante, in compagnia di Franco e della buona cucina di Carmela, la cuoca della masseria che, con vera passione prepara piatti deliziosi e genuini, cucinati secondo la vecchia tradizione contadina con l’utilizzo esclusivo di ingredienti sani e assolutamente genuini, il cui sapore riporterà alla mente il profumo e il gusto dei piatti della nonna. I suoi menù variano al variare delle stagioni, scegliendo le verdure, la frutta e le risorse migliori da portare in tavola.

Casina di Grotta di Ferro si trova in una posizione ideale, che consente una facile mobilità alla scoperta dei più importanti luoghi d’interesse, ma soprattutto Franco, Carmela e tutti i simpatici animali,  vi  tratteranno da amici,  e questa,  è l’unica cosa che conta veramente.

Per info visita il sito.

piede