testaL’aggiunta di aromi nell’alimentazione è un uso molto comune e importante per esaltare il gusto e il gradimento dei cibi. La virtù degli aromi, oltre ad insaporire i cibi, è anche quella di aiutare la digestione, con un aumento nella produzione di saliva, con il favorire la produzione di succhi gastrici, con l’impedire fermentazioni intestinali.

C’è un luogo, a Scicli, provincia di Ragusa, dove le erbe aromatiche e officinali trovano la loro grande valorizzazione. Il suo nome è “gli AROMI” e colui che ha creato questo verde paradiso è Enrico Russino. Tornando indietro nel IMG_7145tempo, quindici anni fa, Enrico aveva un sogno, quello di “cercare di uscire dagli schemi classici relativi alla semplice produzione di erbe  e della loro vendita al mercato”.

Perché è nata questa azienda?

È nata con uno scopo bene preciso, quello di specializzarci nel settore delle erbe e comunicarle in maniera diversa, aprendo tante possibilità, per trasformarla in un’azienda atipica”.  Oggi quel sogno si è concretizzato e “gli AROMI” è diventata un’azienda leader nel settore in tutta la Regione.  “Infatti – precisa con una nota di orgoglio nella voce – “gli AROMI” si è trasformata in un punto di riferimento per appassionati”. 

Dunque non è più una realtà solo locale ? È una realtà locale ma agisce globale, perché gran parte della nostra clientela è straniera”.

A confermare che “gli AROMI” sono conosciuti e apprezzati non solo a livello nazionale ma anche all’estero ci sono le 5.000 presenze annue che si avvicinano alle oltre 150 diverse varietà di piante appartenenti in buona parte alla costa del sud-est siciliano e alle specie endemiche isolane.

IMG_7139E visto che ogni cucina propone le sue erbe aromatiche e quella italiana ne presenta un’ampia scelta, siamo curiosi di sapere quali siano le erbe più richieste o quelle più utilizzate in cucina ma Enrico, dopo un attimo di riflessione, afferma che spesso la richiesta è legata alla moda del momento: “Anni in cui vanno di moda i frutti tropicali, oppure le lavande o anche i rosmarini, la salvia, la menta, il finocchietto o il timo selvatico degli Iblei“.

Le erbe aromatiche si possono utilizzare fresche, conservandole in frigorifero nel cassetto delle verdure oppure utilizzando il praticissimo metodo sottovuoto fai da te. Un’altra idea interessante può essere anche quella di tritarle e di congelarle utilizzando delle vaschettine; in questo caso basterà avere l’accortezza di coprirle di olio e metterle nel freezer pronte per essere tirate fuori al bisogno. In ultima non dimentichiamo che le erbe aromatiche possono tranquillamente essere essiccate e conservate in barattoli a chiusura ermetica tenuti in luoghi freschi e protetti dalla luce. E per venire incontro a questa esigenza Enrico ha messo in commercio per tutti coloro che vorranno apprezzare il buon sapore della terra ragusana una vasta gamma di vasetti contenenti i suoi preziosi aromi.IMG_7141

“I nostri prodotti si trovano sia in azienda sia online sul nostro sito, ma stiamo  ampliando la rete vendita per permettere anche ai negozi enogastronomici specializzati o turistici di soddisfare tutte le esigenze di clientela anche quelle trasversali”.

 Ma tutto questo è frutto della tua fatica?  “In realtà è un gioco di squadra, siamo in 5 nella mia famiglia e abbiamo scommesso tutto per la realizzazione di questo progetto”.  L’organizzazione è precisa, ogni componente della famiglia collabora in azienda e svolge la propria mansione, dalla produzione, al marketing e ancora alla realizzazione dei paté, dei sughi e prodotti essiccati. Una catena di montaggio familiare unita dall’obiettivo comune.

E ora altri sogni? Certo, voglio continuamente innovarmi e stupire il cliente. Mi spiego meglio, se avessimo puntato solo sulla salvia e il rosmarino avremmo già chiuso. In realtà pochi sanno che esistono 1.000 tipi di salvia nel mondo, 300 tipi di menta, 40 tipi IMG_7150di lavanda. È un mondo così vasto che potremmo stare un anno intero a parlare solo di salvie. Dunque il mio sogno è quello di specializzarmi sempre più e trasformare l’azienda in un luogo dove si possa parlare di enogastronomia, benessere, didattica, profumi, progettazione del verde e cultura. Nel frattempo  vorrei accrescere il successo  dell’azienda  e non solo quello siciliano, perché la mia realtà, ci tengo a precisarlo, non è quella dell’agriturismo ma è un percorso di comprensione e conoscenza del mondo delle erbe declinato in tutte le sue possibilità”.

Nella voce di Enrico notiamo la forza di colui che crede nel proprio lavoro e la voglia di trasformare il suo regno in un luogo di cultura delle piante che privilegia anche il benessere psicofisico della persona. Ecco perché Vacanzesicilianeinfattoria ha incluso nel suo tour questa tappa. Al seguito dei nostri turisti, ci trasformeremo in testimoni delle emozioni che loro proveranno nel rilassarsi in questo verde ambiente e nel conoscere e assaggiare queste gustose, profumate e colorate piante aromatiche.

Per ulteriori approfondimenti : http://www.gliaromi.it

piede